Tende moderne: modelli, idee e foto irresistibili - Glamcasamagazine

2021-12-27 17:26:01 By : Mr. Wei Yuan

Le tende moderne, quei morbidi drappeggi di tessuto vestono l’ambiente di charm e glamour. Un ambiente di design ha sempre delle belle tende che impreziosiscono gli spazi. In questo articolo voglio fare un focus particolare sulle tende per interni, a cosa servono le tende in casa, i materiali e tessuti delle tende moderne, i prezzi e le misure adatte ad ogni ambiente.

Una tenda moderna ha più funzionalità, che ora anlizzeremo. Ad ogni modo una a prescindere dalla funzione del tendaggio. una tenda moderna di design lpuò donare carattere all’ambiente. Ecco perchè è fondamenale scegliere la tenda perfetta per l’ambiente e in particolare per la stanza, design e finestra che andrà a rivestire.

Vediamo le diverse funzioni delle tende.

La tenda può essere fissata sul telaio dei vetri o montato su un altro binario in cui scorre (tramite anellini o clip).

Le vere tende come le inendiamo noi oggi, nascono nel periodo del regno di Re Luigi XVI, tende barocche e rococò eleganti tendaggi di materiale prezioso come la seta. Erano tendaggi lavorati, broccati, e ricamate spesso a mano che arredavano palazzi reali e nobili in un modo del tutto nuovo e affascinante. Fu poi nell’800 che nacquero modelli di tende più pompose ed elaborate per uno stile ancora più esclusivo adatto per le abitazioni di artisti e case importanti. Dal 900 la moda iniziò a produrre anche tende adatte a tutti i contesti, tendaggi più semplici, leggere e con tessuti meno elaborati.

Ma che dire delle tende moderne e di tendenza oggi?

Le tende sono un vero e proprio trend, fatte di materiali eco-sostenibili, stoffe di qualità a tinta unita o fantasie decò che stravolgono l’ambiente. Ma andiamo per gradi.

Quali sono le tipologie di tende moderne in commercio?

Le tende moderne sono di diverse tipologie, le due principali suddivisioni vanno fatte per tende da interno e tende da esterno. Le tende da interno sono quelle che soprono le finestre del soggiorno o cucina oppure delle camere da letto. Le tende da interno sono anche quelle che vestono le finestre del bagno o le tende per la doccia (che avranno un materiale impermeabile apposito). Oppure le tende da interno possono essere utilizzare come separè per un open space. Le tende da esterno invece sono fatte di un tessuto più resistente capace di coprire da sole e resistere a pioggie e all’intemperie dell’inverno. Sono le tende adatte per il balcone, terrazzo o giardino.

Il trend del 2020 è assolutamente un tessuto naturale. Per i tendaggi moderni così, le varie fiere d’arredamento (che ci sono state prima del COVID-19 hanno mostrato tende dai colori tenui e pastello realizzati con fibre naturali come il lino.

Il lino, è un tessuto leggero, che permette alla tenda di avere un effetto morbido e del tutto avvolgente e accogliente. E’ inoltre, un materiale resistente e che dura nel tempo. IO stessa ho tende in lino di IKEA (di colore bianco) che da anni lavo in lavatrice e sono sempre belle e corpose. Che sia puro lino o misto lino, farà lo stesso il suo effetto.

Un tendaggio in cotone è un tessuto naturale, leggermente più delicato del lino, ma assolutamente consigliato per rivestire finestre del soggiorno o della cameretta. Occhio al colore, perchè se la tenda è mesa in una finestra super soleggiata, tenderà a sbiadire.

Il poliestere, non è un tessuto naturale, però se ben fatto permette di creare tendaggi originali e personalizzati. Infatti una tenda in poliestere potrà essere ricamata, a fantasia oppure stampata. Ad ogni modo questo tessuto è molto versatile, quindi permette di creare contrasti particolari e in stile con l’ arredamento. Inoltre, cosa pratica: non si stira!

Se si opta per una tenda preziosa e signorile invece la sceltà ricadrà sul velluto. I drappi eleganti e scenici del velluto sono impareggiabili. Arreda con stile qualsiasi ambiente. Inoltre il velluto essendo un tessuto bello pesante permette di schermare completamente luce e ombre. Occhio ai bastoni per tende che dovranno essere predisposti a tenere un peso maggiore (rispetto alla classica tenda leggera in lino).

Che dire della seta? L’ho lasciata per ultima, ma non meno affascinante delle altre. La seta è di per sè un tessuto chic che dona luminosità e charme all’ambiente. L’unico neo è che è molto leggera, quindi le tende in seta saranno quasi sempre trasparenti e non possono garantire la privacy.

Andiamo a vedere quando utilizzare una tipologia di tenda, piuttosto di un’altra. Ce lo dice l’interior designer Loredana Gazzola, che per noi ha scritto questo approfondimento!

INSERTO DI LOREDANA GAZZOLA- INTERIOR DESIGNER

Può non sembrare ma anche alla scelta della tende va data la giusta attenzione. Le stanze con le tende cambiano aspetto, si trasformano, cambiano atmosfera. Le finestre con le tende si definiscono. 

Bisogna capire qual’è l’effetto che si vuole ottenere, applicare qualche regola e seguire il proprio gusto. 

– completare l’arredamento di una stanza; – essere un elemento di decoro; – Nascondere finiture, o cassonetti o infissi non particolarmente belli o di pregio; – Celare viste noiose o aree esterne poco curate. 

– Aiutano a garantire (se serve) il corretto livello di privacy; – Permettono di controllare la luminosità in un ambiente nelle diverse ore della giornata; – Aiutano a gestire le dimensione di una stanza; – attenuano i rumori, se pur lievemente, interni ed esterni; – possono aiutare anche a suddividere gli ambienti. 

I colori più scuri, i tessuti più coprenti, le trame fitte si possono scegliere per stanze esposte ad una luce solare intensa. Se la luce proveniente dall’esterno non è tanta è meglio optare per tende più leggere e filtranti e colori chiari. Nel mio articolo _ Progettare il Colore _ parlavo delle sensazioni che trasferiscono i colori: quelli caldi rendono l’ambiente più accogliente e lo riempiono; quelli freddi invece rilassano e non ingombrano. Questo dobbiamo tenerlo a mente anche nel caso delle tende. 

Il colore scelto dovrà comunque essere abbinato ad un elemento presente nella stanza. Può essere il divano, i cuscini o il tappeto. 

Abbinare le tende alle pareti. Sceglierle in una tono leggermente più chiaro oppure leggermente più scuro. In un ambiente essenziale si può mantenere lo stesso colore per pareti e tendaggi. 

Se vogliamo che le tende si confondano con l’ambiente circostante si devono scegliere tessuti leggeri e trasparenti, la tenda sfuggirà dalla vista. 

Se la stanza ha dimensioni contenute sono perfette le tende poco voluminose, quelle a pannello, a rullo, a pacchetto. Arredano le nostre finestre ma non occupano spazio. Anche le classiche tende verticali vanno bene in tinta unita o con piccole fantasie. Se l’ambiente è grande si possono osare colori scuri e texture vistose. E se è molto grande si possono arricchire con drappeggi, doppie tende, mantovane, arricciature. 

Le tende a righe verticali esaltano l’altezza dei soffitti e delle finestre. Le righe orizzontali invece allargano visivamente la stanza. 

– ALTEZZA. Il bastone (o il binario) porta-tenda, rispetto al filo superiore della finestra, deve essere posto ad 

un’altezza minima pari ai 2/3 della distanza tra filo superiore della finestra ed il soffitto. 

L’alternativa è salire e porlo addirittura a soffitto così da ottenere tende a tutt’altezza. E’ una soluzione di assoluta eleganza. Dovranno essere scelti tessuti di idoneo peso perché la tenda cada perfettamente. 

– LARGHEZZA. Il tessuto in larghezza deve abbondare di almeno 30 cm per parte oltre la dimensione della finestra. Più si eccede maggiore sarà il drappeggio. 

– APPOGGIO. La tenda deve baciare il pavimento oppure appena sfiorarlo. Un eccessivo appoggio a terra può sicuramente risultare suggestivo e sontuoso, ma raccoglie lo sporco e la polvere. Solitamente non lo consiglio, soprattutto quando in casa ci sono bambini e animali. 

– DOPPIO STRATO. Per ottenere insieme privacy ed oscuramento. Si possono abbinare tessuti diversi e colori diversi. Si crea un effetto profondità ricercato e di classe. 

– FINESTRE IN FILA. Scegliere tende uguali per fattura e colore. Solo se le finestre sono dispari si può pensare a cambi di colore tra una finestra e l’altra. Tenda lunga anche per le finestre che non arrivano a terra? Assolutamente si se lo spazio c’è. 

Direi si alle tende maneggevoli, comode da smontare e rimontare e realizzate in tessuti facili da lavare. Bisogna fare attenzione alle finestre e alle porte finestre che vengono maggiormente usate, aperte e chiuse di continuo. E’ meglio evitare tende che possano intralciare. Sono indicate quindi tende corte, o a vetro o a pacchetto. Sicuramente colori chiari e tessuti sottili. 

Le tende dovranno essere scelte in base all’arredo e dovranno esaltarne lo stile. Un taglio moderno ed informale con tende a rullo oppure a pannelli scorrevoli su binario. Ma anche le classiche tende verticali morbide, ricche o più leggere. 

Tendaggi rilassanti ed oscuranti. Tende lunghe, anche a doppio strato, che riprendono i colori già presenti nella camera.

La tenda in camera può essere messa di fianco al letto, oppure se le finestre sono dietro alla testata del letto, ad ogni modo sarà un elemento super decorativo.

Se c’è la necessità di dividere gli spazi. Le tende diventano separè, divisori. Più leggeri, pratici e attuali quelli realizzati con schermature a pannello, più pomposi e teatrali quelli con tende a morbida caduta. 

Quando non c’è nulla da nascondere e tutto da mostrare, architetture particolari, un affaccio gradevole da guardare o infissi di pregio. 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento.

Benvenuti su Glamcasamagazine.it! Siamo Peeter & Gloria.

📖 Blog di interior design 🌈 Carte da parati di design 📝 Servizio di interior designer online

📖 Blog di interior design 🌈 Carte da parati di design 📝 Servizio di interior designer online

Su questo sito utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.